Regolamento Anti-Spam Email Marketing

All'atto della creazione di un account su VOXmail ogni cliente accetta le Condizioni di Servizio. Di seguito sono riassunte e meglio rappresentate le normative anti-spam incluse in tali condizioni.

Liste basate sul permesso/consenso.

L'abuso di dati personali, come l'utilizzo di indirizzi email per l'invio di messaggi non richiesti, in Italia è un reato penale che viene punito molto duramente.

Viene definito SPAM qualunque email venga spedita a qualcuno che non abbia dato il proprio specifico consenso a ricevere contenuti via email sullo specifico argomento e dallo specifico mittente.

Per non lasciare spazio all'interpretazione di seguito forniamo qualche esempio di ciò che è possibile inviare con VOXmail e ciò che invece non è consentito.

A chi è possibile scrivere tramite VOXmail?

Per inviare email a chiunque utilizzando VOXmail è necessario avere ottenuto il permesso specifico dal destinatario. Questi sono esempi di destinatari validi:

  • La compilazione di un modulo di sottoscrizione online alla newsletter sul vostro sito web
  • Un checkbox (anche chiamata casella di controllo/spunta) all'interno di un modulo di iscrizione online ad altri servizi. Tale checkbox deve essere NON selezionato come valore predefinito e deve chiaramente indicare che la scelta porterà alla ricezione di email di un determinato argomento
  • La compilazione di un modulo cartaceo che includa un consenso specifico all'invio di email
  • Indirizzi di utenti che abbiano effettuato un acquisto nel vostro negozio negli ultimi 2 anni
  • L'indirizzo email trovato sul biglietto da visita consegnatovi di persona dal proprietario e che vi abbia comunicato l'interesse nel ricevere email informative a quell'indirizzo. NO, un biglietto da visita trovato su un bancone in una fiera non vale!

In pratica "Permission based" significa che dovete avere avuto il permesso dall'interessato e tale permesso deve essere specifico per la tipologia di contenuti che andrete ad inviare

 

A chi NON è possibile scrivere tramite VOXmail?

Chiunque non ricada in uno dei precendenti punti! Per essere ancora più precisi questi sono alcuni esempi di indirizzi che non possono essere contattati tramite VOXmail avendo accettato le condizioni di servizio:

  • indirizzi per i quali non si ha un permesso esplicito e dimostrabile di contatto in relazione allo specifico argomento trattato
  • elenchi di indirizzi comprati/affittati o acquisiti in altro modo da terzi, indipendentemente dalla qualità di questi dati o dal permesso che questi hanno ottenuto dai destinatari. Il Cliente di VOXmail deve avere ottenuto il permesso direttamente.
  • indirizzi email per i quali si è ottenuto il permesso ma che non sono stati contattati per più di 2 anni. Il permesso non è permanente e dopo 2 anni questi utenti non ricorderanno di averlo concesso o avranno cambiato indirizzo email
  • indirizzi collezionati manualmente (navigando il web) o automaticamente (tramite l'uso di spider/crawler) dal web o da altri media. Il fatto che qualcuno pubblichi il proprio indirizzo email su internet non significa che sia interessato alle vostre email

 

Che cosa è necessario scrivere nelle newsletter?

Ogni email inviata tramite VOXmail dovrà rispettare alcune semplici regole:

  • Il messaggio deve includere un link per la disiscrizione immediata o per l'accesso alla pagina del profilo dell'utente dalla quale sia semplice cancellarsi. In aggiunta è consigliabile indicare anche un meccanismo "offline" per la disiscrizione: numero di telefono, indirizzo postale fisico.
  • Il mittente della mail dovrà essere veritiero e di proprietà di chi invia la newsletter
  • L'impostazione della newsletter deve essere chiara e non dare adito a fraintendimenti riguardo al mittente o all'autore del messaggio.

Mettetevi nei panni di chi riceve una newsletter: il mancato riconoscimento del mittente o del subject o della grafica faranno sì che l'utente consideri la comunicazione come SPAM, indipendentemente dal fatto che voi abbiate o meno acquisito qualunque diritto legale ad inviare tale comunicazione. E' vostro interesse evitare che questo accada e quelle riportate sono solo alcune regole di buon senso per evitarlo.

Che cosa non è possibile scrivere nelle newsletter?

E' vietato inviare newsletter contenenti:

  • materiale protetto da copyright per il quale non si disponga di diritti di redistribuzione
  • materiale atto alla vendita o alla promozione di servizi o beni che sono illegali nel paese di ricezione dei messaggi
  • materiale osceno o a favore della pedofilia
  • materiale che incita alla violenza o all’odio o contenente minacce o diffamazioni
  • materiale offensivo o con scopi contrari alla morale o all'ordine pubblico
  • materiale lesivo dei diritti di terzi
  • materiale detenuto illegalmente (e.g: software pirata)
  • informazioni o banche dati in contrasto con l’attuale normativa
  • materiale contenente virus, trojan o altri software dannosi e illegali
  • materiale riconducibile a catene di Sant'Antonio, marketing multilivello e sistemi a piramide
  • materiale relativo a concorsi illegali, scommesse, gioco d'azzardo, prodotti farmaceutici, offerte di lavoro da casa,
  • materiale contrario allo spirito della legge in vigore in Italia e nel paese di ricezione dei messaggi
  • materiale ingannevole o non chiaramente riconducibile al CLIENTE

E' vietato anche solo inserire collegamenti ai contenuti elencati sopra o istruzioni che ne incentivino o aiutino la diffusione e l'uso.

 

Quali pratiche attua VOXmail per combattere lo SPAM?

  • VOXmail si integra con i sistemi di segnalazione SPAM di alcuni dei più grandi provider (chiamati Feedback Loop o più semplicemente FBL). Nel caso tali segnalazioni avvengano in un numero inaspettatamente alto VOXmail bloccherà immediatamente l'account
  • Lo staff di VOXmail verificherà tutte le liste di indirizzi di grandi dimensioni importate nel sistema tramite lo strumento di import. Fino a che non siano state approvate non sarà possibile inviare nemmeno una comunicazione!
  • In nostro staff controlla le blacklist continuamente: nel caso in cui uno dei nostri server sia inserito in una blacklist è piuttosto semplice tracciare l'origine del problema e identificare l'account VOXmail che l'ha generato

Come descritto al punto 5.6 delle condizioni di servizio nel caso in cui venga rilevata una qualunque violazione di queste regole l'account del trasgressore verrà terminato immediatamente.

Dubbi o domande?

Se non siete sicuri della legittimità dei contenuti o dei destinatari, contattateci! Faremo del nostro meglio per aiutarvi a capirlo